Skip links

Irena&Simone and the Toyota Processing System

 

Irena e Simone, disegnatrice e progettista Imesa, sono due giovani motivati, pieni di risorse e di mille sorprese!

Irena è alle prese con la definizione degli standard di processo della linea montaggio essiccatoi.
Simone si appresta a sfoderare le sue capacità nello studio del nuovo design della linea lavatrici.

Cosa condividono oltre all’ufficio, i colleghi, la giovane età anagrafica e tante idee contagiose? Una giornata in auxiell per “scendere in pista” con Toyota. Precisiamo, nessun rombo di motore né circuiti (anche se a Simone non sarebbe dispiaciuto), bensì insegnamento ed esperienza.
Mr. Tamada Ishigaki, Mr. Tadashi Mori e Mr. Mitsuru Suzuki sono i trainers Toyota che hanno parlato, trasmesso e contaminato i nostri ragazzi. Entrati in Toyota come operai tra la metà degli anni ’60 e degli anni ’70, vivendo una carriera in costante ascesa e passata per milioni di autovetture prodotte, arrivati all’età della pensione tutti e tre sono diventati ambasciatori del Toyota Processing System, occupandosi della formazione del personale Toyota.

L’occasione, ci regala un momento di chiacchiere con i nostri ragazzi.

d.-“Irena, cosa ti ha lasciato questa esperienza?”
I.-“Sicuramente l’esempio di tre persone capaci e con tanto da insegnare. È stimolante assistere al racconto di una vita costantemente in evoluzione, alla ricerca continua della crescita e del miglioramento. È stato divertente anche sentirli parlare in giapponese, ovviamente non capendo niente avevamo il traduttore.”

d.-“Un concetto che ti hanno trasmesso e che fai tuo nel lavoro quotidiano?”
I.-“Ripeti 5 volte perché nella ricerca delle cause. È un concetto che abbiamo imparato ad applicare nel lavoro di tutti i giorni. Andare a fondo nelle cause che generano un problema o una difficoltà è fondamentale per migliorare noi stessi e ciò che facciamo”

d.-“Simone, cosa hai portato a casa da questa giornata?”
S.-“Questo incontro ha rafforzato la mia curiosità verso il Giappone, è una terra che mi affascina e vorrei andarci un giorno.”

d.-“Una frase che ti ha colpito.”
S.- “Quando sono entrato a far parte di Imesa, il concetto di Lean mi era abbastanza estraneo, ne avevo sentito parlare ma non avevo mai avuto l’opportunità di imparare ad essere Lean. Essendo io molto pignolo, il concetto Lean di non trovare scuse e non pensare che la situazione attuale sia la migliore, mi si addice perfettamente”

d.-“Irena, un vocabolo Lean”
I.- “Genba – il luogo sacro, dove tutto accade e dove si può parlare concretamente del problema”

d.-“Simone, un vocabolo Lean”
S.-“Kaizen – miglioramento continuo.”

d.-“Irena, usciamo da Imesa per un momento. Cosa ti piacerebbe realizzare un giorno nella vita?”
I.-“Ho una sorella che studia per diventare stilista di moda. Un giorno magari lei aprirà un suo atelier ed io potrò partecipare al progetto mettendo in pratica la mia passione per il design interno”
d.-“Quali altre passioni?”
I.-“Amo viaggiare e amo le escursioni in montagna”
d.-“Cosa ti piace del viaggio?”
I.-“Pianificarlo, immaginarlo e, una volta arrivata, scoprirlo”
d.-“E’ molto Lean….”
I.-“Effettivamente…”
d.-“Cosa ti piacerebbe inventare?”
I.- “Se parliamo di oggetti, vorrei inventare un phon silenziosissimo e che abbia anche un design accattivante, così quando mi asciugo i capelli, non devo sentire quel fastidioso rumore…”

d.-“Simone, facciamo un giro anche nel tuo futuro. Un sogno?”
S.-“Un garage tutto mio dove si customizzano moto, dove un motociclista può commissionarmi una due ruote su misura, scegliendo componenti e magari renderlo partecipe più da vicino durante la creazione della sua moto”
d.-“Ne deduco che ti piacciono le moto. Che moto possiedi?”
S.-“Veramente ne possiedo più di una. Ho una Vespa ET3, un T-Max (per girare con la fidanzata), un Husqvarna SMR 610, una Suzuki GSX550 “Cafe Racer” e qualche altra chicca”
d.-“Grandi viaggi allora!”
S.- “Sono più che altro un motociclista della domenica. La mia vera passione è fare le moto. Posso dire che ho vinto anche un premio? All’ultima edizione del Motor Bike Expo di Verona, dove tra l’altro ero presente in veste di fotografo – altra mia grande passione – ho presentato ad un contest la mia creazione e ho vinto il premio Ferro dell’Anno, una grandissima soddisfazione”
d.-“Sei fidanzato, giusto?”
S.-“Si”
d.-“Da motociclista a motociclista….ma c’è posto sulle tue moto per la fidanzata?”
S.-“No, sono tutte monoposto…con lei viaggio in scooterone”
d.-“Ho quasi paura a chiederti se hai altre cartucce da sparare…”
S.- “Una ancora veramente. Garage14, il nome del mio garage,  possiede anche una sezione per la cura dell’auto o, Car Detailing”
d.-“?”
S.-“Mi spiego, il car detailing consiste nella correzione dei difetti della vernice, dovuta a lavaggi errati o semplicemente al tempo, attraverso l’applicazione di prodotti che migliorano la durata e la brillantezza della vernice. Lo faccio per diletto, per gli amici che, con il passaparola, a volte mi portano loro amici. Mi diverto molto”
d.-“Ricapitolando: costruisci moto, fotografi, “curi” auto….direi che sei la persona giusta alla quale affidare il re-styling delle nostre lavatrici”
S.-“Sono molto contento di questo incarico. Metteremo il carattere nelle nostre lavatrici.  La scelta cromatica è importante per dare armonia e ordine ad una linea di prodotto, per creare l’identikit del brand. Ti porterò da sfogliare un libro che ho ordinato, un book fotografico di lavanderie londinesi.”
d.-“Grazie! Che colore faresti una lavatrice?”
S.-“Non posso rispondere ora. Il mio colore preferito è il rosso….ma non è il caso!”
d.-“Se ti intervisto tra 1 anno, cosa mi dirai che non mi hai detto oggi?”
S.-“Oltre a parlarti degli obiettivi che avrò raggiunto e delle soddisfazioni… ti dirò sicuramente che avrò comperato una nuova moto”

d.- “Irena, vorrei chiudere questa chiacchierata con un’ultima domanda. Se dico Lean, tu cosa dici?”
I.- “La Lean porta valore aggiunto al mio lavoro di disegnatrice/progettista perché mi spinge a considerare e prevenire ogni forma di spreco nella fase produttiva. La Lean ti insegna ad allargare gli orizzonti per essere sempre in anticipo sui tempi”

d.-“Grazie a tutti e due, è stato molto bello ed interessante conoscervi un po’ di più”